Pozzo nero a tenuta stagna

Rete fognaria inesistente? Realizzate il pozzo nero

Anche se paradossalmente sembra assurdo che ancora oggi alcuni centri urbani non abbiano una regolare rete fognaria regolata dallo Stato purtroppo sappiamo per certo che questa è un’amara realtà. E non parliamo solo di case di campagna isolate o in zone poco affollate ma proprio di quartieri ricchi di case che necessitano di scaricare i rifiuti da qualche parte. Che fare? Una valida soluzione è offerta dai pozzi neri, e nel caso specifico dai pozzi neri a tenuta stagna.

 

Usi e svantaggi dei pozzi neri a tenuta stagna

 

pozzo stagnoI pozzi neri a tenuta stagna sono delle fosse biologiche sigillate che possono essere installate laddove c’è una forte urbanizzazione oppure nelle vicinanze di ruscelli. Il motivo è semplice: la loro “chiusura stagna” consente di non far rifluire i liquami nelle abitazioni vicine e rispetta le norme anti-inquinamento perché nulla si riversa nei corsi d’acqua.

Se, invece, si possiede una casa in campagna, con terreno drenante e in pendenza, lontano sia da case che da ruscelli conviene realizzare il pozzo nero a dispersione. L’esigenza di avere un pozzo nero a tenuta stagna, però, arreca anche qualche disagio.

Il primo problema sono i costi: la natura delle spese non deriva soltanto dalla sua costruzione, di per sé abbastanza costosa, ma riguarda anche gli ingenti costi sommati nel tempo che servono per la sua manutenzione. Il pozzo deve essere svuotato periodicamente, sottoposto a dei controlli continui e naturalmente mantenuto in buono stato per svolgere ottimamente la sua funzione.

E poi c’è la questione burocratica: permessi regolari devono essere richiesti agli uffici tecnici competenti presenti nel comune di residenza, con tempi spesso lunghi e a volte con rifiuto della pratica se non rispettano le norme igienico-sanitarie!

 

Manutenzione pozzo nero a tenuta stagna

 

In cosa consistono gli interventi di manutenzione? I pozzi neri a tenuta stagna, per loro natura sono chiusi e non permettono la fuoriuscita dei liquami.

Ma queste sostanze di scarico non possono restare all’infinito al suo interno perché la capienza di una fossa del genere è limitata. Attenzione, quindi, a non farla intasare! Più di una volta l’anno, per legge, un’azienda specializzata in espurgo deve essere contattata per lo svuotamento totale del pozzo nero.

Ma non basta! Subito dopo aver svuotato tutto bisogna svolgere un’accurata pulizia interna e operare minuziosi controlli per assicurarsi che non ci siano danni di alcun tipo, che in caso andrebbero subito riparati. Alla luce di quanto detto si evince che i pozzi neri a tenuta stagna richiedono cure continue per il benessere vostro e dell’ambiente.

Leave A Comment