Pozzo nero a perdere

Pozzo nero a perdere: attenzione al terreno circostante

Premesso che il pozzo nero è una soluzione alternativa al sistema fognario tradizionale che sfrutta il terreno circostante, prima di procedere alla sua realizzazione bisogna prestare attenzione a specifiche caratteristiche che, per legge e per rispetto dell’ambiente, si devono attuare.

Possiedi un terreno e vuoi realizzare un pozzo nero a perdere? Recati sul luogo e comincia ad analizzare la zona circostante! Se abiti in un quartiere affollato o se vicino alla tua abitazione sono presenti dei corsi d’acqua allora abbandona la tua idea e trova un’altra soluzione per disperdere i liquami!

Rispetta la natura e i tuoi vicini di casa

I motivi che impediscono la realizzazione di un pozzo nero a perdere in luoghi dove sono presenti altre case oppure dei ruscelli d’acqua sono palesemente collegati ad una questione di rispetto e igiene. Se le acque reflue andrebbero a confluire nelle abitazioni adiacenti alla nostra i vicini di casa mostrerebbero senz’altro un leggero disappunto.

Per non parlare della natura, già così duramente messa alla prova dalle cattive abitudini dell’uomo, che risentirebbe fortemente dell’inquinamento dovuto ai prodotti di scarico defluiti nelle sue acque vicine. La legge parla chiaro in merito, ma soprattutto diventa per tutti una questione di coscienza.

Il terreno perfetto per un pozzo nero a dispersione

Le condizioni perfette per costruire un pozzo nero a dispersione richiedono un terreno in pendenza, drenante, localizzato in posti chiaramente solitari e senza zone d’acqua vicino a rischio di inquinamento.

Questa zona deve anche essere abbastanza ampia per poter creare un grosso buco nel terreno e realizzare il pozzo nero.

Valuta, dunque, per benino la dimensione della zona da adibire a pozzo nero in base anche alla manutenzione futura. Più grande è il pozzo nero e meno saranno gli interventi da effettuare per svuotarlo di tanto in tanto.

Di contro, un pozzo troppo piccolo rischia di diventare un impegno seccante nel tempo perché la sua capacità contenitiva è sicuramente ridotta.

Pozzo nero a perdere: i passaggi per crearlo

Stabilita la zona si procede passo passo alla realizzazione del pozzo nero a dispersione scavando a fondo per creare la buca e facendo in modo che in essa confluiscano le acque reflue e i liquami.

Le acque di scarico devono poi essere purificate e condotte attraverso apposite tubature verso zone in cui saranno assorbite dal terreno, mentre i liquami si andranno a posizionare sul fondo del pozzo nero.

La realizzazione pratica però non basta e per realizzare correttamente un pozzo nero a perdere non devi dimenticare l’aspetto burocratico: chiedere sempre regolari permessi all’ASL di riferimento più vicina.

Leave A Comment